Cesena

Al centro della Romagna, tra il mare Adriatico e l'Appennino, sorge Cesena, importante meta d'arte.
Fondata dagli Etruschi, Cesena fu un centro attivo in età romana, come testimonia la complessa opera di centuriazione con perfetto intreccio ortogonale e preciso orientamento nord-sud, a tutt’oggi conservata integra nel versante nordorientale del t...

Al centro della Romagna, tra il mare Adriatico e l'Appennino, sorge Cesena, importante meta d'arte.
Fondata dagli Etruschi, Cesena fu un centro attivo in età romana, come testimonia la complessa opera di centuriazione con perfetto intreccio ortogonale e preciso orientamento nord-sud, a tutt’oggi conservata integra nel versante nordorientale del territorio cittadino. In questa zona è stato tracciato un percorso ad anello di circa trenta chilometri (in completa pianura, attraverso la campagna e piccole pievi) che lambisce 42 “Quadre” romane: pannelli stradali didattici, numerati in progressione, sono distribuiti nei centri delle dodici frazioni cittadine.

Oggi Cesena, polo uiversitario dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna, offre ricche opportunità in termini di sport, cultura e intrattenimento.


DA NON PERDERE:

- La Biblioteca Malatestiana, riconosciuta dall'Unesco "Memoria del Mondo" per il valore architettonico e per i codici ivi conservati.
- la Rocca Malatestiana, fra le più belle e imponenti della Romagna, e il Parco della Rimembranaza.
- in Piazza del Popolo si trovano la Fontana Masini, tipico monumento manieristico (1591), e Palazzo Albornoz (1359), sede del Municipio, con la loggetta veneziana e il torrione del 1466, opera di Matteo Nuti, l'architetto che progettò la Biblioteca Malatestiana.
- l'Abbazia di Santa Maria del Monte, visibile da ogni parte della città e celebre per la collezione di ex voto fra le più ricche d'Europa.
- il Teatro Alessandro Bonci, vero gioiello neoclassico e noto per l'ottima acustica.
- fra le chiese di rilevante valore artistico vi sono la cattedrale di San Giovanni Battista (con la Cappella della Madonna del Popolo); la chiesa di Santa Maria del Suffragio, dove particolarmente ammirata è la pala dell'altare maggiore (Giaquinto di Molfetta, 1752) che rappresenta la Natività di Maria e san Manzio; la chiesa di San Domenico, uno degli edifici barocchi più imponenti e significativi di Cesena, dove si conserva una ricca raccolta di dipinti di notevole valore artistico e storico; chiesa e convento dei frati Capuccini: raggiungibile con una breve passeggiata oltrepassando l’antica Porta Montanara (vicino alla Rocca) e percorrendo per qualche centinaio di metri via Garampa, conserva la splendida tela del Guercino raffigurante "San Francesco che riceve le stigmate"
- Villa Silvia: in una splendida posizione sulle colline, a pochi chilometri da Cesena, e circondata da un ampio parco; è sede del Museo Musicalia che accoglie una collezione di strumenti musicali in un viaggio nel tempo di oltre cinquecento anni.


PRODOTTI TIPICI:

- Piadina Romagnola ("pida" in dialetto): una sorta di disco di pane che si gusta preferibilmente accompagnata nei caratteristici chioschi sparsi nella città

- Il rinomatissimo vino, dal "rosso" Sangiovese ai "bianchi" Albana e Trebbiano

EVENTI:

- Festa di San Giovanni: ogni anno nei giorni e nelle notti che ruotano attorno al 24 giugno la città si riempie dell'allegria e della vivacità di questa festa che celebra il patrono della città con spettacoli, musica, mercati ambulanti, giostre e cibo in strada

- Festival del cibo in strada: biennale (anno pari), si tratta di un connubio fra culture di cibo di strada locale e internazionale, proveniente da tutte le parti del mondo 
- Mercato ambulante: si svolge ogni settimana nelle mattine di mercoledì e sabato




Di più

Biblioteca Malatestiana + Rocca + Villa Silvia

Mostrando 1 - 1 di 1 articolo