Pavullo nel Frignano

Posta su un altopiano, il comune di Pavullo nel Frignano riveste un'eccezionale importanza nel territorio del Frignano per i beni artistici e naturalistici che vi sono ospitati.

DA NON PERDERE:


- Palazzo Ducale: costruito secondo i canoni architettonici neoclassici, fu fatto erigere nella prima metà del secolo XIX dal duca Francesco IV d'Austria-E...

Posta su un altopiano, il comune di Pavullo nel Frignano riveste un'eccezionale importanza nel territorio del Frignano per i beni artistici e naturalistici che vi sono ospitati.

DA NON PERDERE:


- Palazzo Ducale: costruito secondo i canoni architettonici neoclassici, fu fatto erigere nella prima metà del secolo XIX dal duca Francesco IV d'Austria-Este, duca di Modena e Reggio; il figlio, Francesco V, lo utilizzò come residenza estiva fino a quando lasciò il ducato in seguito ai moti risorgimentali. Il Palazzo ospita la Galleria d'Arte Contemporanea.
- Giardino Ducale: concepito come naturale prosecuzione del Palazzo Ducale, fu realizzato nella prima metà del secolo XIX secondo i canoni del giardino romantico o all'inglese e vi sono presenti le piante caratteristiche della zona, nonché piante esotiche.

PECULIARITA':

Tra le frazioni del comune di Pavullo nel Frignano meritano certamente una visita Montecuccolo e il suo castello, magnifico esempio di architettura medievale; Renno, Coscogno e Verica, le cui pievi testimoniano l'importanza di questi centri non solo dal punto di vista religioso ma anche economico, giuridico e amministrativo; Montebello e Olina, di fondamentale importanza strategica in epoca medievale e rinascimentale; Sassoguidano, dove sorge la celebre riserva naturale.

In particolare:

- Montecuccolo: il borgo, distante circa 3 Km da Pavullo nel Frignano, a 873 m slm, era il centro del feudo della casata Montecuccoli, signori del Frignano.
◦ Castello di Montecuccolo: sito sulla sommità del borgo, è un fortilizio di età medievale ed è recentemente restaurato. E' noto in quanto luogo di nascita di Raimondo Montecuccoli, condottiero vissuto nel secolo XVII e vincitore degli ottomani.
Museo Naturalistico del Frignano: sito al secondo, terzo e quarto piano del Castello di Montecuccolo, è dedicato alla geologia, botanica e zoologia, il tutto valorrizato dalle sale del castello e dal magnifico panorama che si può osservare dalle finestre.
Mostre d'Arte: le collezioni di Raffaele Biolchini e Gino Covili sono esposte nel Castello di Montecuccolo.
- Renno: anticamente importante centro sia in ambito fiscale e quindi per la raccolta delle imposte, sia in ambito amministrativo e giuridico, per la gestione delle terre e la documentata presenza di giudici. Molte sono le ipotesi degli studiosi riguardo alle cause che hanno portato all'edificazione della pieve di Renno.
◦ Pieve di San Giovanni Battista: l'edificio sacro divenne pieve nel secolo XII, quando il titolo fu trasferito da Pavullo, mentre prima era chiesa benedettina. Il prestigio della sede religiosa era tale che il vescovo di Modena, nel corso delle visita pastorale, in seguito alla Cattedrale, si recava presso la pieve diocesana. La base romanica dell'edificio subì sostanziali interventi nel corso dei secoli XVI, XVIII, XX e infine nel 2000, quando furono recuperati gli elementi tipicamente settecenteschi e venne restituito alla pieve lo splendore di quell'epoca.
- Coscogno: piccolo borgo che fu a lungo località di villeggiatura.
◦ Pieve di Sant'Apollinare: poco distante dal borgo di Coscogno; la presenza della pieve è attestata dal 1035, quando fu scritto un atto di donazione di terre, tuttavia si parla di essa come chiesa anche in documenti precedenti. Nonostante nel '600 fossero compiuti sull'edifico di culto numerosi interventi di ristrutturazione, rimangono ancora gli elementi alcuni originari, ovvero il portale e il bassorilievo sulla facciata.
- Verica: nel Medioevo fu importante centro politico, in quanto la famiglia Da Verica parteggiava per i Montecuccoli, e religioso, grazie alla presenza della pieve.
◦ Pieve di San Geminiano: è una delle più antiche chiese del Frignano. In stile originariamente romanico, subì diversi rimaneggiamenti nel corso dei secoli. Le nove statue presenti all'interno della chiesa sono attribuite al modenese Antonio Begarelli (1499-1565) e alla sua scuola.
- Montebonello: il paese presenta i caratteri tipici di un insediamento di altura con funzioni difensive e strategiche.
Chiesa della Natività della Madonna: sita trasversalmente ai bordi della piazza a costituire quasi una cortina muraria, presenta elementi tipicamente romanici e caratteristiche gotiche che riportano alla sua origine tardo-medievale. Peculiarità di questa chiesa sono gli affreschi, presumibilmente del '400/'500 ma scoperti solo nel 1978-79.
- Olina: località sul fiume Scoltenna che nel Medioevo fu al centro di una cruenta battaglia tra le fazioni guelfe e ghibelline per il controllo del Frignanoche.
◦ Ponte del borgo, antico e mirabile esempio di ponte a profilo parabolico: fu costruito nel 1522 anche con il contributo di Firenze, Lucca e Sestola, a dimostrazione dell’importanza strategica del luogo per la viabilità frignanese.
Chiesa dei Santi Pietro e Paolo in cui protagonista è il Seicento, epoca in cui l'edificio primigenio a causa del degrado subì considerevoli lavori di ristrutturazione e ricostruzione. Impreziosito da pregevoli opere pittoriche, l'edificio sacro si dotò nel 1733 di un organo realizzato da Domenico Traeri, cembalista del duca di Modena, e di due nuove cappelle: la cappella di Sant'Antonio e la cappella di San Giuseppe, costruite negli anni 1700-1714. Per quanto ruguarda l'arte figurativa, spiccano nella chiesa tre opere di Ascanio Magnanini: Madonna con il Bambino e i Santi Pietro e Paolo (1610); San Geminiano e i Santi Vincenzo, Francesco e Pellegrino (1610); Madonna del Rosario e i misteri (1615); sono esposte, inoltre, tre opere di autori ignoti: Deposizione (sec. XVII); Transito di San Giuseppe (sec. XVIII); San Geminiano (sec. XVIII).
- Riserva Naturale Orientata di Sassoguidano: con un’estensione di circa 272 ettari e un'altitudine che varia dai 300 ai 700 m s.l.m, nacque l'8 Marzo 1995 con la finalità di proteggere e tutelare le innumerevoli bellezze di carattere geologico, botanico e faunistico che vi sono custodite.

Di più

Montecuccolo (castello)Cioccolateria di MontebonelloPasticceria di Pavullo

Montecuccolo (castello)Prosciuttefucio SapPavullo (Citta)

Mostrando 1 - 2 di 2 articoli